Destinazione Sud Pacifico: l'arcipelago di Tuvalu

Tuvalu - Funafuti - Beach #1

Tra gli stati più piccoli del mondo, Tuvalu racchiude al suo interno diversi aspetti che, da un lato ne fanno una meta un po’ estranea ad altre località tropicali più note e dall’altro, proprio per lo stesso motivo, possono attrarre. Situato a 1.100 km dalle Fiji e composto da quattro isole e cinque atolli, questo arcipelago ha la particolarità di trovarsi da una parte circondato dall’oceano Pacifico e dall’altra di affacciarsi su una grande laguna con le acque tranquille, la barriera corallina e il mare ricco di pesci multicolori che lo rendono un luogo ideale per lo snorkeling.

 Tuvalu

I vari atolli, a loro volta sono composti da numerose isolette, in alcuni casi raggiungibili tutte a piedi con la bassa marea, come  l’atollo di Nui che ne conta undici, dove le spiagge bianche sono circondate dalla vegetazione e si può soggiornare presso una guest-house, come avviene nella maggior parte dei casi, non disponendo l’arcipelago di veri e propri hotel. In questo arcipelago disposto a mezza luna, ogni atollo e i loro isolotti hanno caratteristiche che li contraddistinguono, da quelli disabitati a quelli famosi per qualcosa in particolare, ad esempio l’atollo di Nukulaelae, conosciuto per l’abilità nella danza e nei canti dei suoi abitanti.

 Tuvalu

L’atollo di Nanumea racchiude al suo interno la rarità di avere un laghetto di acqua dolce, oppure l’atollo di Funafuti con l’area protetta dove depongono le uova le tartarughe verdi. Nella stupenda laguna di Funafuti, popolata da delfini, amante e numerosissimi pesci variopinti è consuetudine, inoltre,  fare il bagno quasi vestiti. La capitale Fongfale  è situata proprio a Funafuti, dove è presente l’unico aeroporto che con la sua pista sembra costituire il maggior punto di interesse per gli abitanti. Una popolazione  per la quasi totalità di origine polinesiana e rarefatta, ma allo stesso tempo concentrata per metà nella capitale, con grandi difficoltà nello smaltimento dei rifiuti piuttosto che nell’approvvigionamento dell’acqua potabile, reperita solo dall’acqua piovana.

 From the balcony in Funafuti

 I collegamenti tra le varie isole all’interno dell’arcipelago di Tuvalu avvengono solo via mare e spostarsi tra i vari atolli richiede spirito di adattamento e molta pazienza, avendo il servizio alcune lacune.

Un viaggio a Tuvalu, inoltre, potrebbe significare anche recarsi in uno dei posti al mondo a maggior rischio di scomparire per l’innalzarsi delle acque a causa del surriscaldamento globale, per il quale la popolazione sta cercando su più fronti di attirare l’attenzione, cercando di scongiurare la necessità di doversi trasferire in futuro nei paesi vicini per poter sopravvivere.

 


01/12/2011 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus