Gujarat: meta affascinante per un safari fotografico in India

 

Gujarat, Velavadar National Park #1

Di solito si pensa all’Africa immaginando un safari fotografico, ma un altro paese è altrettanto appetibile sotto questo aspetto: l’India. Anche in India, infatti, sono abbondantemente presenti le aree naturali protette dove sono facilmente avvistabili rinoceronti, tigri, elefanti, leopardi, antilopi, scimmie e numerosi altri esemplari esotici. Accanto ai vari parchi nazionali ad esempio Kaziranga, Kahna e Mudumalay ve ne sono due di particolare interesse. Si trovano nella parte più occidentale dell’india, esattamente nello stato del Gujarat e, pur essendo al di fuori dalle piste normalmente battute dal turismo, racchiudono al loro interno un grande tesoro faunistico.

Gujarat, Velavadar National Park #4I parchi in questione sono quelli di Velavadar e Gir, dove vive il leone indiano, riconoscibile dalla criniera scura. Esemplare a rischio di estinzione, ha potuto sopravvivere grazie alla tutela di cui ne è stato oggetto e soggetto solo in questo angolo dell’india. Lo si può incontrare, infatti, nel Gujarat sdraiato pigramente o pronto a cacciare le sue prede nell’erba alta delle radure protette, ma non è il solo esemplare raro di questo habitat. Dalla parte opposta, vale a dire come bottino di caccia, vive una rara specie di antilope dalle corna ritorte, conosciuta con il nome di cervicapra.

Sasan Gir, Gujarat, IndiaQueste, sono le due specie animali particolarmente caratteristiche dei parchi nazionali di Velavadar e Gir che,  insieme a numerosi altri animali, dai cervi ai pavoni selvatici, dalle gru ai cinghiali, alle jene e agli sciacalli, solo per citarne alcuni, costituiscono il vasto regno animale da fermare solo con la macchina fotografica. A bordo di una jeep, come nelle savane africane, anche in India si possono scattare immagini uniche con l’aggiunta di ambienti disegnati dall’acqua dei laghi e dei piccoli canali che ne favoriscono la crescita della vegetazione lussureggiante, alternata  ai rilievi rocciosi. Africa o India, che importa? Una volta rientrati a destinazione restano gli scatti di immagini indimenticabili a ricordare un viaggio unico tra gli animali rari sopravvissuti nelle pianure indiane del Gujarat.


28/03/2012 09:00:00
Autore: Luciana Cattaneo

comments powered by Disqus